Like a Rolling Stone

Lo scorso 5 febbraio un tenente colonnello dei Marines, tale Daniel Davis, ha scritto un articolo sul sito di Armed Forced Journal, un periodico di affari militari indipendente dal Pentagono, dal titolo Truth, Lies and Afghanistan: How Military Leaders Have Let Us Down. L’articolo, prontamente ripreso dal New York Times, rappresenta probabilmente il primo chiaro, consapevole e soprattutto ampiamente pubblicizzato atto d’accusa da parte di un ufficiale dell’esercito americano contro l’ormai decennale conflitto. È sicuramente il primo cui la grande stampa liberal dia un certo risalto. Una parte almeno dell’establishment deve essersi proprio rotta di combattere i talebani. Si vede che non gli conviene più, un po’ come accadde una quarantina di anni or sono, quando il nemico erano i vietcong e pure loro non mollavano. Non a caso, forse, è un giornalista di Rolling Stone, storica rivista fondata proprio in quegli anni tanto lontani eppure così oscuramente vicini, a spiegarci chiaramente come stiano le cose a Kabul e dintorni. Michael Hastings, questo il nome del giornalista in questione, ha scritto un bel pezzo sulle rivelazioni del colonello Davis e soprattutto un libro, The Operators: The Wild and Terrifying Inside Story of America’s War in Afghanistan, che lascia pochi dubbi sulle responsabilità dei vertici militari nel disastro. L’imberbe trentaduenne è tutt’altro che uno sprovveduto. Fu un suo reportage, nel giungo 2010, a portare alle dimissioni dal comando delle forze in Afghanistan l’improvvido generale Stanley McChrystal, che con lui si lasciò andare a commenti poco lusinghieri sull’amministrazione Obama. Poi Hastings c’ha il dente avvelenato. Nel 2006 perse la fidanzata e promessa sposa nell’inferno di Baghdad (e le dedicò un altro libro: I Lost My Love in Baghdad: A Modern War Story). Val la pena di sentire cosa ha da dirci. Per farlo, date un’occhiata all’intervista che ha rilasciato ieri a Democracy Now sul caso Davis e pure quella su The Operators al Tavis Smiley Show di un paio di settimane fa.

Annunci

0 Responses to “Like a Rolling Stone”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




Archivi

Categorie

Blog Stats

  • 42,569 hits

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: